stare-bene-after-milano

Grazie al fatto che girano i soldoni, e che i giovani non hanno proprio mai sonno, esistono le serate che in realtà sono mattinate, non è che dovevo arrivare io per dirtelo giàssai..

Chissà come mai sono così divertenti queste mattinate, chissà come mai si sta tutti bene. Ho provato ad approfondire, qua sotto c’è il risultato della mia analisi divisa in tre capitoli.

Capitolo n°1: il sole!

Il sole è una cosa straordinaria e gli scienziati dicono per certo che senza sole saremmo morti, quindi già mi sembra che coi ragionamenti siamo sulla buona strada.

Capitolo n°2: la privazione di sonno!

Google pensa che la privazione di sonno sia una tortura, eppure sono decenni che i giovani non se la sentono di andare a letto e per non andare a letto pagano addirittura dei gran soldi (tipo l’after in questione costa 5€).

google-che-ne-pensi-degli-after

frontal

Voglio raccontarvi la storia di Paul Kern. Era un militare ungherese che fu sparato in testa durante la Prima Guerra Mondiale, curioso fatto: quello che gli ha sparato è riuscito a forare un pezzo del lobo frontale del suo cervello senza però ucciderlo. Quindi Paul è rimasto in after senza mai dormire per 40 anni (dal 1915 al 1955).

La privazione del sonno è una condizione […] che può anche condurre a morte. Durante l’insonnia prolungata si osservano disturbi psichici […] e somatici. – Wikipedia

A me non sembra una tortura. Tutte le condizioni possono condurre alla morte (salire sul 9, attraversare mentre passa il 9, correre di fianco al 9), non vuol dire niente infatti non ho mai donato a Wikipedia.

Capitolo n°3: la privazione di soldi!

Ecco come dovrebbero essere i bancomat.

Ecco come dovrebbero essere i bancomat.

Man mano che si fa mattina si spendono veramente tanti soldi, e la privazione di soldi secondo quanto ho letto un giorno su Famiglia Cristiana porta ad essere felici. E’ anche vero che secondo il quotidiano Libero il paese più felice è la Svizzera, che confusione… Io non credo a nessuna di queste testate giornalistiche e penso fermamente che la privazione di soldi porti al benessere a seconda del modo in cui ce ne priviamo: cosa hai comprato? E’ servito? Ora sei felice?
Se alla prima domanda rispondi con parole che finiscono per ina probabilmente la risposta alle altre due domande è SI’ (a meno che non ti hanno inchiappettato), ma anche comprare qualcosa di più socialmente accettato come ad esempio le scarpe super fighe che vendiamo noi può dare appagamento e farti sentire bene, per cui oltre a farli, spendili e sorridi.

Spero di averti schiarito le idee con le mie considerazioni, se ho dimenticato qualcosa puoi aiutarmi nella mia indagine commentando il post e dicendo cosa secondo te ci fa stare sereni agli after.

Stare Bene ha anche la creatività simpa dei nostri compagni di merende Diso e Alvino:

10365854_10204948929472946_5876867640331242896_n

Se vuoi saperne di più vai sul sito: www.stareinsiemeperstarebene.it – se hai notato non sono entrato nel merito della musica che ci sarà quindi informati da solo!

Stare bene, fa bene.