Un nostro utente di nome Utile si è rivelato utile linkandoci la pagina di Rap Educational. Facciamo un passo indietro, in Italia, siamo indietro, lo dice anche Fabri Fibra che in America la musica che la gente caga di più è il rap e che prima o poi la gente capirà che anche qua è così.

Siamo sulla buona strada diciamo. Un altro fatto è che ai bambini non piace imparare, nemmeno imparare a imparare. I bambini si vogliono solo sballare di Lego, Barbie, documentari di animali, Pokèmon, Gormiti e altre creature per distogliere l’attenzione dal mondo che li circonda: la scuola.

Un ultimo fatto, è che gli insegnanti sono dei rompicazzo, e fanno pure tre mesi di ferie d’estate, come i bambini.

Ora facendo uno più uno più uno, negli Stati Uniti d’America hanno capito come insegnare le cose ai bambini del ghetto senza nemmeno l’utilizzo degli insegnanti, ovvero le canzoni rap con i testi di scuola. Secondo me, a giudicare da come vanno le cose, entro 50 anni la scuola sarà rap.

E una cosa ultima vorrei dire, solo una cosa, Trucebaldazzi non sarebbe rimasto segnato se in classe avesse avuto Aban per fare la ricerca sulla Puglia o Noyz sull’Impero Romano.

Qua sotto un esempio di educational rap, la canzone per imparare le capitali degli Stati Uniti e altro:

http://www.educationalrap.com/