E’ semplice. Se il posto in cui vuoi spendere accetta i Titcoins, alla cassa, puoi farti fotografare le zinne e ricevere uno sconto. Idea geniale ma mi trovo d’accordo con il caro vecchio Olaf che a riguardo scrive su 47Mag: non mi sembra che far vedere le tette in cambio di qualcosa sia una idea nuova… In ogni caso per tenere a bada le femministe che non vogliono risolvere la crisi economica globale PurnHub dichiara che i profitti del progetto, che comprende una gallery infinita di tette amatoriali, vanno alla ricerca per malattie legate a quelle fantastiche e morbide protuberanze in dotazione alle donnine.

PS: Continuo di gran lunga a preferire i Dogecoin.