Ok, come ogni persona di età inferiore ai 30 anni con una connessione a internet nel mondo, già sai che gli sbirri hanno chiuso Megavideo e hanno arrestato lo stiloso proprietario Kim Schmitz, anche noto come Kim Dotcom, che rischia 50 anni di gabbio.
Ora, l’articolo doveva girare principalmente attorno al LOIC, ad Anonymous e agli attacchi DDoS, ma quando ho cercato delle immagini di Schmitz su Google Images non ho potuto fare a meno di distrarmi tantissimo, quindi ecco una serie di immagini che ti fanno capire che tipo è.

Kim e una bistecca

Kim e Bruce Willis

La Rolls targata “GOD” di Kim

L’ML63 targato “MAFIA” di Kim

Cannone e targa “GUILTY” per Kim. Ha anche un CL63 targato “HACKER”

Kim triste.

Kim riequilibra la barca con due fighe. 6 dietro, 1 davanti.

Kim registra una HIT. Sembra Jake lo so.

Kim con una cara amica.

Ti GIURO che sarei potuto andare avanti all’infinito.

Comunque per tornare all’intento originale del post, non ho più voglia di scrivere perchè ora sono troppo triste che hanno messo in galera una persona troppo bella.

Quindi non ti spiegherò più il DDoS attack (che tra l’altro è una minchiata) ma mi limiterò a citare il LOIC, che è il programma (diventato ora script online, se vuoi approfondire leggi) con cui Anonymous fa gli attacchi e con cui ha tirato giù i vari siti dell’FBI, RIAA e compagnia. LOIC vuol dire “Low Orbit Ion Cannon”. Che nome stiloso è per un programma che attacca siti web?

Che stile ha scritto L.U.L.Z. sul fianco questo artwork. Ma mi sa che non è un vero cannone in orbita!

Ecco il vero LOIC.

E ricorda quello che dice Yeezy.