Porsche ha stravinto ovunque (e non mi addentro sennò divento pesante) ma con la 24 Ore di Le Mans la casa tedesca ha un rapporto davvero, come dire…particolare.

Nobody's perfect.

Particolarissimo.

Torniamo indietro di altri 20 anni e ci ritroviamo nei favolosi anni 60, quando le corse erano fatte di gente ruspante, piloti che fumavano le sizze mentre correvano e il marchio Porsche non era appannaggio di tristissimi bauscia milanesi da aperitivo ma di un gruppetto di crucchi folli che costruivano auto da 350 chili e quasi 400 cv e mandavano tutti a casa.

Porsche prima dell'ape milanese

Quello che si sta scolando il birrino è Vic Elford, detto Quick Vic e non ti sto a spiegare quanto fosse Quick. Hai visto che bel giacchino? Si l’avevo notato anche io.

Per festeggiare il ritorno nella classe regina a Le Mans, che avverrà tra 10 giorni esatti, Porsche ha rifatto la giacca Factory Team del 1968:

Porsche Factory Jacket 1968

Ai tempi non potevi comprarla da nessuna parte, era una capo esclusivissimo che potevi avere solo se eri un pilota o un meccanico del team ufficiale, insomma se avessi avuto 20 anni nel ’68 probabilmente avrei ucciso per accaparrarmene una.

Porsche Factory Jacket 1968

Forse adesso scampo il gabbio ed a settembre la compro. Una L rossa per me, grazie.

via