Mr P. è un artista di quelli che si fanno sentire poco solo perchè pensano prima di parlare. E’ in uscita oggi con il suo nuovo Carogna Mixtape e ci abbiamo fatto qualche domanda così adesso saprai se è della Roma o della Lazio o se si chiama Puccio per i pucciotti.

Presentati in meno di due righe.
Ciao piacere mi presento sono per gli amici Simone, per i writer Poo NSA, per i rapper Mr.P aka Pooccio aka P.Carogna… E per lo Stato l’Ottavi..ahuhauhua!!

Canti sempre con calma (così sembra), il tuo segreto per stare molto calmo?
Sono una persona di indole quieta devo aver preso da mio padre che è uno che non perde mai la calma ed in più sono veramente molto bravo nel rilassarmi, conosco dei metodi antichissimi che ho approfondito nel corso degli anni.

Questo è il video estremo di Arza la Caciara, di Pooccio e Rak (2007).

Da Arza La Caciara a Carogna Mixtape in cosa sei rimasto lo stesso e in cosa sei cambiato?
Sono passati svariati anni e mi sono successe un sacco di cose, molte delle quali brutte, però al contrario di tutte le aspettative della gente non mi sono affossato e sono riuscito a rimettermi in carreggiata. Diciamo che Carogna Mixtape per me è stato il primo passo verso la conferma che anche da solo riesco a concludere ciò che mi ero prefissato e che riesco a portare avanti dei progetti. Non che abbia fatto niente di così importante eh! Però sono soddisfazioni, un gradino alla volta! Direi che dal periodo di Arza la Caciara sono cambiato parecchio soprattutto nel contenuto e nella serietà professionale, le canzoni affrontano tematiche più serie ed importanti rispetto a quelle precedenti, quindi il lavoro finale è ben differente da quello prima, sono una persona diversa ed evoluta da quella che ero nel 2006 ma resto sempre me stesso, non sono uno che sputa sul piatto in cui ha mangiato per anni, Mr.P resta sempre Mr.P anche se con molte differenze e con più coscienza di una volta.

Questa è la copertina di Cliente su Cliente, l’ultimo album di Mr P. prima di Carogna Mixtape. Il fatto di non aver trovato la copertina in alta risoluzione, rende questa jpg un po’ vintage.

E’ da Client€ su Client€ (con Chicoria) che non esce un album del Pooccio, o sbaglio? Vuoi parlarci di Carogna Mixtape così poi lasciamo stare per un attimo la musica?
Sì, hai ragione è da “Cliente” che non esce niente di mio. Ho vissuto per un lasso di tempo a Nyc, perché dopo 2\3 cazzate fatte a nastro sapevo che entro breve non avrei più avuto la possibilità di uscire dal paese e così ho approfittato. Vivevo a Washington Heights (sopra ad Harlem), mi sono imbattuto ed ho frequentato molti afroamericani, per farmi accettare c’è voluto molto e tanti continuavano a non accertarmi. Però ho visto cosa significa là l’hip-hop, e di conseguenza m’è scesa la scena italiana… Gli anni di pausa sono serviti per capire che se dovevo rimettermi a fare qualcosa la dovevo fare con il massimo della serietà. E’ stato più difficile, dal 2006 ad ora il rap è esploso e quindi tutti i beat maker che una volta regalavano non regalano più, tutti gli studi dove registravo gratis non ci sono più o comunque sempre cash devi sborsare che prima non sborsavi. Poi la gente su di me non puntava più per una lunga serie di motivi e quindi con questo album ho cercato di far capire che non sono finito, e che ho ancora tanto da dire e dare. Dei testi precedenti è rimasta la crudezza con cui affronto le tematiche, ma di sicuro la frivolezza con cui prima mi ponevo nei confronti di certe realtà è finita.

Non posso non chiedertelo, Pooccio deriva da “pucciotto”? Da cosa se no?
Il nome “Pooccio” non deriva dal “Puccio” milanese, ma bensì dal Tag e soprannome che ho dall’età di 13 anni, ossia “Poo”. Ah, ovviamente a 13 anni nessuno mi spiegò che significava cacca in inglese, mi accorsi alle superiori ma ormai il latte era versato e me lo sono tenuto così com’era… Tanto poi qui da noi non è che venisse così spesso collegato a ciò… Mistero svelato.

Questa è la prima foto che mi ha mostrato Google quando ho cercato pucciotto.

C’è qualche rapper in Italia, a parte i membri del Truceklan e delle realtà amiche, che valga la pena ascoltare?
Non ascolto rap italiano, solo il Noyz diciamo che ascolto con piacere, però guardo video e in Italia i rapper che più mi attraggono direi che sono di sicuro, Johnny Marsiglia, E-Green, Fabri Fibra mi piace molto per la sua metrica e brillantezza ma odio i beat su cui canta, Clementino, Jamil pure non mi dispiace per niente, Kill Mauri anche devo dire che il vecchio Buonanotte Giacomino veramente niente male, per ora mi vengono in mente questi…