Te lo ricordi Kim Dotcom? E’ quello lì che ha inventato Megaupload ma che poi è finito al gabbio con l’accusa di aver inflitto un danno pari a 500 milioni di $ a quelli del copyright.
Va bè, fai conto che era a casa sua in Nuova Zelanda ed è arrivato un nucleo scelto di sbirri pesi neozelandesi prestissimo con l’elicottero per arrestarlo. Nel video dicono che hanno provato a citofonare ma siccome la sicurezza li voleva rimbalzare non hanno potuto fare altrimenti.
Alla fine Kim è uscito su cauzione dopo circa un mese dall’ingabbio, ma il giudice gli ha detto che per un po’ non potrà uscire di casa – che è grande tipo il Lussemburgo. Inoltre gli è stata revocata la confisca dei beni per oltre 200 milioni di $, tra cui il parco auto con le targhe più stilose mai viste.

I think over a decade after all of this happened it should NOT be the dominating topic. […] I know that I am not a bad person. I have grown and I have learned. Making this into an issue about my past is unfair to everyone else working at Mega. Our business is legitimate.

A luglio Kim ha annunciato che Megabox, il suo nuovo progetto per la musica in streaming, ucciderà Spotify. Vai Kim fagli male.