Ciao fratelli, a noi lo sapete cosa ci piace e che siamo i capi, ma ci sono altri siti che potete consultare gratuitamente. Ad esempio Contemporary Standard. Parla di tante cose ma sempre e solo in maniera manly ed impeccabile, strizza l’occhio da tempo al menswear e intervista la gente pesa dello stylo.

Abbiamo deciso di fare un paio di domandine al curatore di CS, che si chiama Enrico Grigoletti, leggi qua fatti due risate che la vita è una merda e poi muori.

Ecco la sua foto profilo di Facebook.

Ciao Enrico, ho speso tutti i soldi per delle Alden in Cordovan e poi al Cape mi hanno detto che adesso vanno le Flyknit. Che sbatti, sai quale sarà il prossimo strippo lo sai?
Mi dicono che il prossimo strippo sarà il #furniture quindi equipaggiati per andare al Cape con un comodino danese vintage da 4K.

Cosa cambia tra lo strippo per il menswear e gli altri strippi? E’ meglio?
Lo strippo per il menswear è come tutti gli altri strippi: ti fa spendere un sacco di soldi per cose che poi ti fanno sembrare sempre un po’ un babbo. Qualcuno si giustifica dicendo che ti fa sembrare più serio ad un colloquio di lavoro ma io uno che si presenta con il papillon non lo assumerei a prescindere. Tu che dici?

Che hai pienamente ragione. Però almeno quando torni dai tuoi non ti dicono che ti vesti da pagliaccio Baraldi come quando tornavo io con la felpa Illegal Business Controls America, o te lo dicono lo stesso?
Quando torno a casa con il mio completo in tweed mia mamma mi dice: “Ciao papà”.

LOL, ti ricordo di fare una visitina così vedi il sito nuovo mega design e pure in inglese.