ventilatore_650x447

E’ esattamente il terzo giorno di caldo serio a Milano e la gente se ne sta andando a male senza motivo.

Su Facebook leggo solo status di persone che non sanno come affrontare il clima tropicale della città della Madonnina. Quindi ecco qualche piccolo accorgimento che vi aiuterà a sopportare, anzi, a godervi a pieno questi quasi 35°. Abbiamo escluso il ventilatore comprato in Paolo Sarpi.

Il pediluvio coi cubetti di ghiaccio:

Non ci vuole niente ed è molto efficace, funziona come il classico risciacquo di capelli con acqua fredda ma dura di più e non ti fa bagnare tutto ciò che si trova al di sotto della tua testa.

La porta di casa aperta:

porta-di-casa-aperta

Se tieni la porta di casa aperta la situazione dovrebbe rinfrescarsi un 20% in più che con solo le finestre aperte, soprattutto se sei in una casa da povero dove non gira l’aria.

Perrier + limone + ghiaccio:

Banale ma allo stesso tempo molto sottovalutata è la combo bollicine, limone e gelo. Ricordo ancora benissimo quando un amico mi iniziò a questa pratica, all’incirca 4 anni fa. Mi ha svoltato la vita.

Il lotto primavera:

Un po’ più fresco, anzi se ce la fai metti proprio via il moffo e fai un aquistone di jagan.

Stare in ufficio a torso nudo:

torso-nudo

Ovviamente se c’è l’aria condizionata non va bene. Ma se non c’è, il tuo capo non può impedirti di mandare a fanculo le istituzioni e stare in ufficio senza t-shirt visto che senza aria è tuo diritto, anzi dovere, andartene a casa

Le infradito in città:

Piedi_con_calze_e_infradito

Un noto amico beatmaker milanese dalle sembianze feline è il primo a tirare fuori le infradito a Milano appena si presenta un filo di sole, e non l’ho mai visto pezzare. Considera che la traspirazione dei piotti è importante. E poi vuoi mettere la libertà della ciabatta con la scomodità di una sneaker da basket.

La coppa del nonno:

E’ il caffè shakerato con ghiaccio dei bolliti che non hanno voglia di ripigliarsi ad andare al bar.

Smutandato:

Girare senza mutande (e magari in pantaloncini, e magari in scooter) è una delle cose più fresche che mi siano mai successe, qualche controindicazione c’è ma manco troppe a parte la sgumma.

La piscinetta sul balcone:

piscina-balcone

A sto punto invita anche due fichette.

Bagno al Parco Lambro:

Scherzo non lo fare che poi mi fai causa.

Non fare un cazzo:

illegal-kikko-prende-il-sole

Stai fermo la vita è troppo corta per fare qualcosa di costruttivo, al massimo trova l’ombra se sei al sole e poi fermati, smetti di leggere.

Supino sul pavimento:

E’ importante avere almeno la schiena nuda ed adagiata in modo da toccare il più possibile la superficie del pavimento di casa, che siano piastrelle o parquet sarà sicuramente la cosa più fresca a portata di mano a parte il frigo.

eskimesi

Se fai queste 10 cose contemporaneamente rischi di morire assiderato per cui stai calmo, scegli il rimedio che più ti si addice e facci sapere se ci siamo resi utili o se ti abbiamo solo fottuto un click e una fetta del tuo sacrosanto tempo libero. Noi intanto cerchiamo di evitare anche cose tipo la 90.

Ringraziamo Welcome to Favelas a cui abbiamo scavallato quasi tutte le foto qua sopra.