Sull’allegato di oggi del Corriere della Sera che si chiama Sette c’è un bellissimo articolo sul fenomeno del writing a firma di Michele Focarete. Grazie a N.V. per la dritta.

Visto che tanti giovani ci seguono citiamo alcuni tra gli insegnamenti più preziosi:

Spesso l’obiettivo è spruzzare sulle scritte di altri writers.

Si passano le bombolette e, in pochi secondi, imbrattano un muro. Sconvolge vedere uno di loro, armato di macchina fotografica, immortalare queste “opere” che finiscono il giorno dopo in bella mostra nelle loro piattaforme sociali: Facebook, Flickr, MySpace e Graffiti Forum, per citare le più usate. Lo fanno per ricevere i complimenti: “Fighi”… “Ma spakkate di brutto”…”Graaandi”.

Ma sulle chat non ci sono semplici descrizioni di come si prepara un estintore-bombolotta, ci sono persino chiare sequenze di immagini per spiegare come artigianalmente chiunque se lo possa preparare a casa.

Ma la vera risorsa se vuoi sapere tutto sul writing e non fare le figura del toy è il glossario, definitivo, del graffito vandal:

Tutti i copyright e tutto sono del Corriere. Non ci denunciate. Non vogliamo fare i biter. I che? Te lo spieghiamo poi.

Tra l’altro belle le foto che hanno usato, mi ricordano quelle di qualcuno.