Run On Air Max 360 ad

Ci siamo, domani è l’Air Max Day e l’ultima scarpa di cui parliamo è l’Air Max 360, che occupa un posto speciale nel nostro cuoricino. Correva l’anno 2006, UNOTRE era appena nato e Nike stava per dropparle.

L’operazione One Time Only fu veramente pesa all’epoca. Avevano riproposto le migliori Air Max del passato con suola 100% aria dell’Air Max 360. C’erano le Air Max 95, le Air Max 90, le Air Max 97 e anche le Footscape Woven. Tutte con una cifra di ossigeno sotto la suola che se stavi annegando con su quelle bastava bucare l’air e respirare per un autonomia di 20/30 minuti (dipende se sei una persona agitata o tranquilla). Gli elementi più hype del 2006 ce li ricordiamo bene, e nel pacco c’erano tutti…

Le “ibridate”, suola di una scarpa tomaia di un’altra:

Air Max 95 360

Le colorazioni pazze:

Air Max 97 360

La nuova tecnologia Air Max e uno spot strappa lacrime con “Hurt” di Johnny Cash:

I polka dots:

Air Max 360 Polka dots

Le colorazioni OG:

Air Max 90 360

Praticamente c’era esploso il cervello un po’ a tutti quando erano uscite. Ma tu sei pronto per domani? Devi uscire con le Air Max più serie che possiedi così quando in giro vedi un altro con le Air Max più serie che possiede vi scambiate un occhiata d’intesa.

#AIRMAX
nike.com/airmax