Lavish è un diciassettenne con un botto di soldi. E’ mega miliardario ma anche un grande artista, la gente però è invidiosa (come al solito), e ne parla sempre male. Per me è un grande creativo contemporaneo e quindi visto che sono anche stato al Mi-Art mi sento in dovere di parlarne bene.

I creativi al giorno d’oggi sono sempre a corto di idee, soprattuto da quando (non saprei la data esatta) si autoproclamano tali (sonouncreativo©) e poi va a finire che sono solo dei chiacchieroni. L’arte di Lavish sta nel dissacrare il mito dei soldi, della celebrità, dell’invidia e di internet. Tra tutte le altre cose è un grandissimo fan del brand True Religion, che fa jeans brutti a 3 gambe (300€ intendo, non con terza gamba in denim), ed è anche riuscito a farsi notare da Rihanna ma vedremo tutto qua sotto…

Prova #1: Comperare un iPhone 5 apposta per frantumarlo.

L’artista si ribella al sistema che ci vuole tutti col capo chino sul nostro smartphone di ultima generazione, e invita implicitamente i suoi seguaci a prendere parte alla rivolta.

 

Prova #2: Lavarsi le mani con la San Pellegrino.

L’artista sconvolge la logica per la quale l’acqua non debba essere riciclata dai tetti come all’Ikea. Si indigna e ci mostra irriverentemente come lo spreco di acqua sia ovunque mentre seduti sulle nostre poltroncine non ce ne rendiamo conto e lasciamo il rubinetto aperto mentre ci laviamo i denti.

 

Prova #3: Sfanculare gli stronzi con la San Pellegrino.

Il discorso è lo stesso della Prova #2 ma molto più provocante e diretto.

 

Prova #4: Caricare con 10K la tessera dello Starbucks.

More bank in my starbucks card than in ur bank account.

Cosa vuole dirci, Lavish, caricando 10.000$ sulla sua tessera di Starbucks? E’ così ovvio e banale che non dovrei nemmeno stare a dirvelo ma per chi non ci arrivasse, si tratta di pura e semplice critica verso le banche, che stanno mandando a puttane il pianeta Terra. Intende farci notare come i suoi soldi siano paradossalmente più al sicuro nella tessera di Starbucks piuttosto che in una banca mangia soldi.

 

Prova #5: La performance dei 4k appesi ai palloncini.

Come avrete capito, Lavish è più che altro noto per dei veri e propri atti poetici, come questo dei palloncini. Liberarsi del materiale attraverso la leggerezza di un magico quanto comune elemento: l’elio. Trasparente e leggiadro consente all’artista di disfarsi del proprio peso materiale per raggiungere uno stadio di spiritualità avanzato. Il potere dell’elio però, una volta svanito, lascerà cadere come pietra i 4k sulla testa di qualche pezzente che si sentirà realizzato perdendo così la propria, di spiritualità.